annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Coronavirus (covid-19)

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • PaoloAlberto
    ha risposto
    Speriamo al più presto...
    più i giorni passano e più problemi ci saranno purtroppo!!!

    Lascia un commento:


  • velociraptor
    ha risposto
    robybear E perchè, ogni tanto ci vuole un pò di ottimismo. Sul fatto che lo riporti vuol dire che non è poi cosi campato in aria. Io ogni giorno prego affinche tutto torni, seppure nella maniera imperfetta che era, tutto come prima al più presto...!!!

    Lascia un commento:


  • susetto
    ha risposto
    L'ho sempre detto che la ricerca del vaccino lascia il tempo che trova
    i virus continuano a mutare e quello che funziona oggi, non funziona domani
    bisogna indirizzare la ricerca sul trovare le cure più adatte nelle varie fasi dell'infezione e sul modo di fare test rapidissimi, affidabili ed economici

    Anche in Trentino, la situazione continua a migliorare e ormai gli ospedali sono quasi vuoti

    Clicca sull'immagine per ingrandirla.   Nome:   coronavirus_trentino_43.png  Visite: 0  Dimensione: 39.9 KB  ID: 1304342
    Ultima modifica di susetto; oggi, 18:35.

    Lascia un commento:


  • robybear
    ha risposto
    Oggi vi offro un testo comprensibile a chiunque. Vorrei offrire un po' di ottimismo, lo stesso che nonostante sto continuamente lavorando immerso e circondato da Covid-19, oggi mi pervade.

    L'autore è Guido Silvestri, Medico, Virologo Microbiologo e docente all'Università di Atlanta (ovvero un "cervello" fuggito - ndr).

    PILLOLE DI OTTIMISMO
    [Bollettino del 30 maggio]
    1. LA RITIRATA CONTINUA
    La ritirata di COVID-19 continua senza sosta.
    Cala ancora il numero totale dei ricoveri in terapia intensiva per COVID-19 in Italia da 489 a 475, quindi di altre 14 unità, e siamo ormai al 11.6% del valore di picco.
    Scende ancora anche il numero dei ricoveri ospedalieri totali (da 7.379 a 7.094, quindi di ben 285 unità) mentre i casi attivi totali scendono da 47.986 a 46.175, quindi di altre 1.811 unità.
    A 26 giorni dal fatidico 4 maggio (e 12 dal 18 maggio) non si vede neanche l’ombra dell’ “inevatibile” (sic) aumento dei contagi. Invece direi che si cominci a intravedere abbastanza bene chi aveva visto giusto e chi dava i numeri del lotto.
    2. DACCI OGGI IL NOSTRO PANICO QUOTIDIANO
    Mi segnalano diversi lettori che i due “bollettini del catastrofismo” un tempo noti come Corriere della Sera e Repubblica sono sempre più in difficoltà nel trovare spunti per darci il nostro “panico quotidiano”.
    Per esempio cominciano a riporre le loro “speranze di disastro” in un ritorno di SARS-CoV-2 in autunno – cosa che io in effetti temo (verso Dicembre/Gennaio, a dire il vero) visto che questo virus sta dando tutti i segni di una forte stagionalità (e quindi comportandosi come gli altri coronavirus).
    Ma trovo buffo che i “bollettini del catastrofismo” adesso puntino sul ritorno del virus a fine anno quando per molte settimane negavano – contro ogni evidenza – la stagionalità di COVID-19, sposando invece teorie bizarre come quella dei 150.000 ricoveri in terapia intensiva per l’8 di giugno, che se voleva essere uno scherzo non ha fatto ridere nessuno.
    3. NUOVI CONTAGI O NUOVE DIAGNOSI?
    Provo rapidamente a chiarire un punto su cui si sta facendo parecchia confusione (e che mi ha fatto notare di recente
    Massimo Clementi
    ).
    Quando i bollettini della Protezione Civile parlano di “nuovi contagi”, in realtà parlano di “nuove diagnosi”, cioè di persone che sono state trovate positive al tampone per COVID-19 per la prima volta. Queste persone, che di questi tempi sono quasi tutte asintomatiche, potrebbero avere contratto il virus anche diverse settimane fa, ed essere positive solo perché hanno frammenti di virus morto (come suggerisce lo studio del CDC coreano su cui presto ritorneremo).
    Quindi trovare 500 di questi “nuovi contagi” non significa affatto che 500 persone si sono infettate ieri, ma che queste persone sono state diagnosticate ieri. Non sarebbe ora di usare una terminologia che è più corretta e spaventa di meno?
    4. AMBASCIATORI…
    Come vedete nella locandina qui sotto, oggi ho partecipato ad un piacevolissimo incontro virtuale organizzato da Ugo dalla Croce, addetto scientifico dell’Ambasciata Italiana in USA, e presenziato dal nostro ambasciatore Armando Varricchio e dal grande Kelvin Drogemeier, direttore della National Science Foundation (NSF), l’agenzia del nostro governo che finanzia la gran parte della ricerca non-biomedica in America.
    Ho avuto l’onore di fare da panelist con la cara Cristina Cassetti, deputy-Director della Divisione di Microbiologia & Virologia alla NIAID/NIH (quindi uno dei "bracci destri" di Tony Fauci), e con il grande PPP, al secolo: Pier Paolo Pandolfi, esperto di valore mondiale di cancro e leucemie, da poco direttore del VIMM (Venetian Institute for Molecular Medicine).
    Interessante che Pier Paolo – che a causa di COVID-19 è intrappolato a Boston da alcune settimane – come prima cosa ci ha raccontato dei progressi nello sviluppo di un anticorpo monoclonale potentissimo nel neutralizzare SARS-CoV-2, arrivando alla stessa previsione che avevo proposto io in una chiacchierata mattutina con
    Pier Luigi Lopalco
    e la senatrice/collega Elena Cattaneo.
    Qual è questa previsione? Lo scoprirete qui sotto
    5. …. ED ANTICORPI MONOCLONALI
    Una delle piu’ belle notizie di questi ultimi giorni, insieme alla dimostrazione della cross-reattività dell’immunità cellulare tra coronavirus (Grifoni A et al, Cell, May 2020) e di immunità che protegge da re-infezione nelle scimmie infettate con COVID-19 (Chandrashekar et al., Science, May 2020), è quella dello sviluppo pre-clinico di diversi anticorpi monoclonali neutralizzanti ad alta potenza contro COVID-19.
    Tre di questi sono stati studiati con ottimi risultati nel topo “umanizzato” che esprime il recettore ACE2 umano. Uno si chiama BD-368-2 (Cao Y et al., Cell, May 2020), e gli altri due si chiamano B38 e H4 (Wu J et al., Science, May 2020). Il quarto, che si chiama CB6, ha dato risultati molto promettenti addirittura nel macaco, che è da considerare il gold standard dei modelli animali di COVID-19 (Shi R et al., Nature 2020).
    Ora, mettendo da parte il fatto che i loro nomi non sono un granché (se si chiamavano Brenno, Paolone, Silvietta e Alba era più facile ricordarseli, ma pazienza), la cosa importante è che questi anticorpi neutralizzano il virus con grande potenza e specificità anche a basse concentrazioni, ed hanno ottime chances di funzionare negli esseri umani esattamente come hanno funzionato nei topi e nelle scimmie.
    Da queste importanti osservazioni deriva lo scenario che Pier Paolo ed io immaginiamo, con un po’ di sano ottimismo, per la prossima ondata di COVID-19: la persona che sviluppa i sintomi, va al pronto soccorso, si fa una bella flebo di Brenno o della Dodi (pardon, di CB6 o di BD-368-2) e se ne torna a casa abile ed arruolato. Siamo matti? Io dico di no, e voi?
    [ps: notare che questi cinque articoli con messaggi positivi usciti negli ultimi giorni su Nature, Cell e Science hanno avuto pochissimo spazio nei vari “bollettini del catastrofismo”, troppi impegnati a spargere panico]
    6. PILLOLE DAL PARROCO
    Chiudo il bollettino con questa email che ho ricevuto oggi da un nostro tifoso speciale, Don Umberto Ciullo, parroco-dinamite di Roveleto (PC):
    “Caro Guido,
    Oggi a Piacenza ZERO a ZERO. Come una scialba partita di calcio
    Ma con una emozione molto più grande...ZERO decessi e ZERO contagi. Dopo tre mesi!
    Pessimismo alle corde.
    Good morning
    Don Umberto”
    E con questa nota di fede e fiducia auguro un BUON FINE SETTIMANA a tutti, all’insegna dell’ottimismo, della conoscenza, e del sempre più vicino ritorno ad una vita normale!

    Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   101179871_10221651264086950_8179712344184586240_o.jpg 
Visite: 23 
Dimensione: 265.7 KB 
ID: 1304338

    Lascia un commento:


  • PaoloAlberto
    ha risposto
    buongiorno
    buon sabato...

    questi sono i dati aggiornati a ieri venerdi 29/05/2020 (Lombardia)

    – i tamponi effettuati: 14.078
    totale complessivo: 727.146

    – attualmente positivi: 22.683 (-230)

    – totale complessivo dei positivi riscontrati in Lombardia dall’inizio della pandemia a oggi: 88.537

    – i nuovi casi positivi: 354 (2,5% rapporto con i tamponi giornalieri)

    – i guariti/dimessi: 546

    totale complessivo: 49.842

    – in terapia intensiva: =
    totale complessivo: 173

    – i ricoverati non in terapia intensiva: 82
    totale complessivo: 3.552

    – i decessi: 38
    totale complessivo: 16.012



    Lascia un commento:


  • PaoloAlberto
    ha risposto
    velociraptor
    certo... anche qua la penso come te!!!
    pero’ ci stanno dando troppe informazioni troppe fake news un giorno dicono A il giorno dopo dicono che A non va bene meglio B....
    e il giorno dopo ancora una terza persona dice che vanno bene entrambe o non vanno bene tutte e due... e noi ASSIMILIAMO ma poi svalvoliamo....
    perche nettono in dubbio tutto quello che abbiamo fatto il giorno prima!!!
    boh...

    Lascia un commento:


  • velociraptor
    ha risposto
    Cio non toglie che il virus non è andato via... Ora fintanto che il governo sbaglia tutto sul piano politico, economico, gestionale....è un conto. Quando giochi sulla pelle delle persone, no, non ci siamo. Non dico che altri al loro posto avrebbero fatto meglio, ma quelli che ci sono hanno fatto di tutto pur di essere dove sono...per cui !!!

    Lascia un commento:


  • PaoloAlberto
    ha risposto
    velociraptor
    diciamo che è stato ed è gestito tutto male
    e non si capisce più nulla!!!

    Lascia un commento:


  • velociraptor
    ha risposto
    Come successe al premier inglese...Avevano chiamato il prete e preparato il messaggio alla nazione. Eppure anche lui disse: voglio immunità di gregge anche se qualcuno in più crepera' . Oggi è di altro avviso. Io da parte mia continuo a pensare che stiamo giocando con il fuoco. ..Perché vedo il comportamento del "è tutto finito urrà", ma in ospedale "solo covid" dove mi reco puntualmente ci sono più controlli oggi che 1 mese fa...Un mese fa entravo nel reparto e non c'era nessuno alla porta. Oggi vigilanza privata al parcheggio, check point all'ingresso vero e proprio con gli "alieni" che ti ricevono per misurare la temperatura (2 volte) e per firmare la tua autocertificazione che non hai avuto febbre e/o contatti a rischio (come se si sapesse che chi incontri nella vita e ti viene incontro mirandoti è positivo al Covid) e con lettura tessera sanitaria. ..Uhmm, se fosse tutto finito e molto più "easy"...non sarebbe tutto questo uno spreco inutile di risorse?
    Ultima modifica di velociraptor; Ieri, 15:47.

    Lascia un commento:


  • PaoloAlberto
    ha risposto
    Randal si dai (quasi) gli sta bene...

    Lascia un commento:


  • Randal
    ha risposto
    Avete letto questo articolo ?

    “IL CORONAVIRUS È UNA BUFALA “COMPLITTISTA E MOGLIE SI AMMALANO. GRAVI IN TERAPIA INTENSIVA.

    Il peggio è alle spalle ora per Brian Lee Hitchens, 46 anni; era un complottista doc, uno di quelli che "il coronavirus non esiste", è un mezzo "per controllare la popolazione", un virus "causato dal 5G" e altre amenità: ha rischiato grosso, e ha cambiato idea

    Ha fatto in tempo a cambiare idea, e ha avuto la fortuna di poterlo raccontare. Brian Lee Hitchens, 46 anni, vive in Florida. Era un complottista doc, uno di quelli che "il coronavirus non esiste", è un mezzo "per controllare la popolazione", un virus "causato dal 5G" e altre amenità che purtroppo qualche fenomeno da tastiera, sui social network, continua a raccontare, in tutto il mondo.

    Brian sosteneva che il coronavirus fosse una bufala, un bluff, una banale influenza "inventata dai governi". Lui e la moglie non hanno seguito il lockdown, hanno ignorato le indicazioni e non hanno preso nessuna precauzione. L’uomo, autista di Uber, ha affermato: “Pensavamo che il governo stesse usando il virus per distrarci. Ecco perché non abbiamo seguito le regole o chiesto subito aiuto”.

    Sono finiti tutte e due in ospedale, e tutti e due in gravi condizioni in terapia intensiva, lei attaccata a un respiratore polmonare. Quando Brian Lee Hitchens è tornato in forze la vita della moglie era ancora appesa a un filo. Ha così iniziato a diffondere messaggi molto più allarmati e consapevoli: "State attenti a cosa leggete, alle fake news, ora mi rendo conto che il coronavirus esiste, è là fuori e si sta diffondendo".

    Oggi continua a ringraziare medici e infermieri che lavorano in prima linea: "Aprite gli occhi", dice a tutti coloro che lo seguono, e si impegna per smontare le varie teorie complottiste. La moglie è in leggero miglioramento. Adesso i complottisti attaccano lui e la moglie, arrivando al punto di augurare la morte a entrambi. Intanto l'ultimo tampone è negativo: per Hitchens ci sono buone notizie.

    Scusate ma quasi quasi gli sta bene

    Lascia un commento:


  • PaoloAlberto
    ha risposto
    mc0676
    però ora cavolo basta ci stanno facendo vivere male!!!!
    attenti al week-end..... non si può andare in Sardegna! La Lombardia aprirà più tardi dicono....
    mi vien da piangere....

    Lascia un commento:


  • mc0676
    ha risposto
    Infatti appena è stato spiegato a grandi linee come funziona mi sono rimosso dalla lista di volontari del test sierologico, la settimana scorsa.
    Comunque i dati di ieri in Lombardia sono normale, non dimenticate che il lunedi sono sempre positivi perché si viene dal weekend.

    Lascia un commento:


  • PaoloAlberto
    ha risposto
    tony
    chi vuole capire... capisca
    non c’è peggior sordo di chi non vuole sentire
    detto questo
    sei stato molto preciso!!!

    Lascia un commento:


  • tony
    ha risposto
    Allora, cercherò di essere ancora più preciso per far riflettere a chi legge su quest'ulteriore post e sul contenuto di quanto trascritto nei link che seguono.

    Il seguente link offre chiare e precise informazioni sui test sierologici (Vi invito alla attenta lettura):
    https://www.grupposandonato.it/news/...gici-cosa-sono

    Qui il link del Ministero della Salute ove si offrono informazioni generali sul test sierologico in discussione e da eseguire su 150 mila soggetti:

    http://www.salute.gov.it/portale/nuo...aliano&id=4805

    Qui il protocollo sulle modalità di esecuzione del test in formato pdf estrapolato dal link appena postato:
    http://www.salute.gov.it/imgs/C_17_c...146_0_file.pdf

    A pag. 10 di tale protocollo è testualmente scritto:
    "Test sierologico Ai sensi dell’articolo 122 del decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18, e del conseguente d.P.C.M.18 marzo 2020, il Commissario straordinario ha provveduto, mediante apposita procedura di gara, a selezionare test sierologici che, oltre a rispondere a criteri di specificità, siano anche di facile realizzazione su larga scala e connotati da rapidità di ottenimento del risultato e caratterizzati dai seguenti elementi:
    a) kit CLIA e/o ELISA per la rilevazione di IgG specifiche/ anticorpi neutralizzanti per SARS-CoV-2;
    b) validati, da laboratori qualificati o agenzie regolatorie presenti a livello nazionale o internazionale; c) con specificità non inferiore al 95%;
    d) con sensibilità non inferiore al 90%;
    e) capacità di applicazione su larga scala;
    f) rapidità di produrre il risultato dell’indagine.".

    Quindi proprio ciò che temevo ... molti volontari si offriranno per poi trincerarsi in quarantena senza magari avere nulla, trattandosi di rilevazione IgG e non IgM. In sostanza è un test per sapere esclusivamente se la gente ha avuto o meno il coronavirus ...

    E' poi normale che oggi si leggono articoli di questo tenore:
    https://www.ilpost.it/2020/05/29/tes...poni-positivi/

    Ogni ulteriore commento per me è del tutto superfluo.

    Lascia un commento:

Sto operando...
X