annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Coronavirus (covid-19)

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • fenjus77
    ha risposto
    sera ragazzi, dal mio punto di vista una parte dei problemi che avete segnalato potrebbe essere risolvibile con il vaccino influenzale. da più parti ho sentito consigliarlo molto come prima test passa non passa, non certo al 100% ma già una prima scrematura la da. In questa condizione, dal mio punto di vista è altamente consigliabile farlo (ps io l'ho sempre fatto tramite l'azienda per svariati motivi ed ho solo 43 anni)
    la situazione generale nel complesso non mi preoccupa più di tanto ed entro certi limiti era ampiamente prevedibile. Il picco massimo negli ultimi gironi risale al 04/09 con 1700 contagi su 113000 tamponi con una percentuale di positivi di 1.5%. Oggi per esempio la percentuale si attesta sul 2.2% mentre una settimana fa era 2.1%, sostanzialmente stabile con la grossa differenza sui numeri complessivi dipendente dai tamponi eseguiti. Sono gli stessi numeri che si registravano come contagi nei primi giorni di marzo prima della chiusura e che siono registrati a metà maggio dopo le prime riaperture.
    La situazione di marzo era critica non tanto per il ternd in saliuta quanto per la grossa pressione sul sistema sanitario che c'era allora. Nella maggior parte dei casi i contagiati erano tutti con sintomi o addirittura erano molto gravi. Se guardo i dati della regione emilia romagna, normalmente la metà o quasi dei contagiati è asintomatica e la percentuale di quelli che si trovano a casa mediamente ruzzolta attorno al 90-95%. Dei 4064 positivi in ER 3880 sono ai domiciliari e più o meno gli stessi numeri si vedono nelle altre regioni, lombardia viaggia 8850 positivi e 8560 ai domicilairi, per veneto siamo 2893 contro 2873.Non dico che il virus non circoli ma che la situazione è sotto controllo nonostante in molti casi abbiamo fatto i baggiani noi (lasciatemi il plurale maiestatis). Dalla seconda metà di luglio abbiamo ri-cominciato a viaggiare e questo ci ha esposti rischi maggiori soprattutto per quelli che si azzardavano ad andare all'estero (cosa che secondo me non era da fare). Abbiamo sofferto tanto e tutti nei mesi precedenti ed appena ci hanno allentato il guinzaglio a strozzo ci si siamo buttati dentro per poi rimanerci invischiati adesso. poi siamo diventati più bravi nell'intercettare i casi prima che possano generare casino e nel caso in cui nasiamo puzza di strinato siamo sicuramene migliorati nel gestirlo. Se nel mese di agosto il grosso dei contagi era riconducibile a rientri da estero e rientri dalle vacanze, adesso la percentuale di casi di questo tipo si sta spostando verso il basso e ciò è confermato dall'ìetà media dei contagi il aumento e soprattutto la localizzazione all'interno dei nuclei familiari ma entro un certo limite è normale e prevedibile. Difficilmente siamo soli, abbiamo ache fare con genitori e se ci infettiamo noi molto probabilmente possiamo infettare un parente più vecchio nel nostro stesso nucleo. SEmpre a riconferma di ciò è l'alto numero di positivi già ai domicilairi.
    Adesso lo scoglio grosso è la scuola. se diciamo fra un mese, esaurita la curva dei rientri dalla vacanze, non si assite ad una grossa variazione di numeri e continua ad essere sostanzialemtne bassa la pressione sul sistema sanitario in termini di ricoveri e terapie intensive possiamo veramente pensare che la flebile luce che si intravedrà alla fine del tunnel non è uno schiaccia sassi diritto verso di noi piccoli willie!
    Tutta la mia commozione ed applausi alla moglie di tony, non perchè la conosca ma per la categoria che rappresenta che è quella più in prima linea in questa momento e quella a cui sono state affidate da un certo punto di vista le responsabilità più elevate.

    Lascia un commento:


  • IceMatrix
    ha risposto
    Ma infatti anche qui a lavoro con l'inizio delle scuole siamo tutti disorientati perché chi tra nido, materna, primaria ecc. li abbiamo quasi tutti a scuola e ci sarà da piangere se succede qualcosa non si sa ancora "niente" su come comportarci, anche perché si va verso l'inverno e sappiamo tutti che è un attimo prendere un raffreddore almeno nelle mie zone con gli sbalzi di temperatura

    Lascia un commento:


  • tony
    ha risposto
    Enrico, forse mi sono espresso in modo infelice o comprensibile ai soli addetti ai lavori, dato che mia moglie è abbastanza turbata da questa storia, in quanto medico di famiglia.

    Allora, la questione che si porrà è la seguente.
    Un bimbo/ragazzo si ammala e a causa di ciò si assenta dalla scuola per tre o più di tre giorni.
    Per poter rientrare in classe gli verrà chiesto un certificato di avvenuta guarigione, il quale dovrebbe essere redatto e rilasciato dai preposti sanitari.

    Ora, se l'assenza fosse causata da una frattura/infortunio .. ok, ma se dipendesse, ad esempio, da fenomeni simil-influenzali, come potrebbe il medico rilasciare un tale certificato senza accertare che non centri nulla il covid? Dovrebbe mettersi nelle condizioni - al buio - di far sorgere un focolaio? O, più responsabilmente dovrebbe disporre la procedura del tampone che investirebbe la maggior parte dei casi?

    Ma vi è di più.
    Il sanitario potrebbe non sapere le ragioni dell'assenza e i genitori potrebbero pretendere (così è nella pratica) il certificato sulla scorta di una ragione non attinente alla realtà. Ragion per cui, la visita - a differenza di ciò che accade normalmente - deve essere effettuata con una certa attenzione. Ma, anche in tal caso, con tutti gli asintomatici che circolano, il sanitario ha la sfera di cristallo per certificare la guarigione?

    E' una questione seria sulla quale si sta molto discutendo in questi giorni e io ne so qualcosa in merito ...
    Ultima modifica di tony; 14/09/2020, 08:59.

    Lascia un commento:


  • IceMatrix
    ha risposto
    Originariamente inviato da tony Visualizza il messaggio
    ...
    Bene, questi chiederanno l'esecuzione del tampone, con tutto quello che da ciò ne consegue.
    Che io sappia è a facoltà del pediatra/dottore non obbligatorio in base anche ai sintomi, tipo raffreddore influenza ecc.

    Lascia un commento:


  • susetto
    ha risposto
    Succede spesso anche a me
    sicuramente, è tutta colpa del ... ... ... ... ... del T9 ...

    Lascia un commento:


  • tony
    ha risposto
    Originariamente inviato da mau65 Visualizza il messaggio
    Tony,da te questo non me l'aspettavo!!!
    Mauri quando si usano i nuovi mezzi di scrittura e non più penna e calamaio, accade spesso che scrivi una cosa e ne esce un'altra ... ...

    ------

    Mambro a scuola il problema si presenterà anche per il rientro dei ragazzi dopo tre giorni di assenza!

    Occorre il certificato del pediatra o del medico di famiglia?

    Bene, questi chiederanno l'esecuzione del tampone, con tutto quello che da ciò ne consegue.

    Lascia un commento:


  • PaoloAlberto
    ha risposto
    beh Luigi similitudine perfetta!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    Lascia un commento:


  • velociraptor
    ha risposto
    Continuano a dire che va tutto bene. Anche oggi sulla TV intervento del governo. Si narra che anche sul Titanic si continuava a suonare mentre andava a picco..

    Lascia un commento:


  • Mambro
    ha risposto
    non ci sarà più nessun lockdown, e la quarantena diminuirà drasticamente altrimenti sarà il collasso...
    Con le scuole aperte immaginatevi la situazione di un positivo in una classe...
    Le disposizioni attuali parlano dell'intera classe (compresi docenti) in quarantena ovviamente entrambi i genitori e, per chi come me ha anche un figlio all'asilo, anche la classe dell'asilo compresi i genitori dei frequentanti l'asilo.... Se le regole restano queste il collasso è alle porte.
    Senza contare che al minimo raffreddore o linietta di febbre bisogna tenere a casa i figli.
    Calcolando tra asilo e elementari o sarà un'anno "speciale" o passerò molto tempo a casa col rischio di perdere pure il posto di lavoro

    Lascia un commento:


  • PaoloAlberto
    ha risposto
    mau65
    e si.. non si riesce a stare tranquilli neanche in bici sulle ciclabili....

    Lascia un commento:


  • mau65
    ha risposto
    Mannaggia

    Lascia un commento:


  • PaoloAlberto
    ha risposto
    mau65
    ciaooo
    gentile a chiedermelo..
    beh mega botta sulla gamba sinistra dove mi ha investito poi strappo all'inguine della gamba destra e trauma cervicale da entrambe le parti.....
    e pieno di dolori... piu' passano i giorni e piu' mi sento bloccato....
    unica nota positiva e' che facendo gli esami del sangue sono risultato tutto in ordine

    Lascia un commento:


  • mau65
    ha risposto
    Originariamente inviato da PaoloAlberto Visualizza il messaggio
    ciaoo ragazzi...
    purtroppo lunedi' sono entrato in ospedale perche' mi hanno investito.......
    Beh ma come stai???
    Originariamente inviato da tony Visualizza il messaggio
    ........roulotte russa.......
    Tony,da te questo non me l'aspettavo!!!

    Lascia un commento:


  • tony
    ha risposto
    Questo deve essere il comportamento responsabile, soprattutto genitoriale!

    Non è sufficiente sperare in positivo, occorre anche comportarsi responsabilmente in prima persona ...

    Lascia un commento:


  • IceMatrix
    ha risposto
    Si Noi ci siamo già "preparati" con nostra figlia di 5 anni che fa l'ultimo anno di scuola primaria...

    Lascia un commento:

Sto operando...
X