annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Coronavirus (covid-19)

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Originariamente inviato da Mambro Visualizza il messaggio
    La cosa curiosa è che dall'arrivo del coronavirus "pare" non si muoia per altri motivi. Almeno così è stato riportato. l'unica causa di morte è diventata covid, niente più malati terminali, niente più malattie cardiache, niente di niente............
    Vorrei solo chiarire che al decesso di una persona, il medico che redige il certificato di morte su carta intestata ISTAT fornita dal ministero, indica la causa............La causa entra nella statistica nazionale con dei processi ormai di automaticità consolidata............Le statistiche che sono pubblicate sui media sono per forza del quinto potere tutte concentrate sui decessi covid............Ma gli esseri umani stanno ancora morendo per tumori, per infarti, per ictus, per traumi etc............Quindi un conto è ciò che propinano i media, coi loro numeri, un conto è la situazione reale della vita e della morte che vanno avanti sul loro binario di sempre. ......................Golf MK7 1.6 TDI DSG 105cv + 29cv/40Nm......................
    Golf 7 1.6 TDI DSG 105cv +29cv/40Nm

    Commenta


    • Riporto le parole del mio amico e medico stimato Sandro De Martini:

      Da ieri (Martedì 26 maggio 2020) è iniziato il reclutamento telefonico ad opera della CRI (tel. 065510) dei soggetti da sottoporre a SCREENING SIEROLOGICO VERSO SARS-COV-2. Ricordo a me stesso e a chi non lo sapesse che secondo le norme attualmente vigenti in Lombardia (vedi delibera “Determinazioni in merito alle attività di sorveglianza in funzione dell’epidemia Covid-19” del 7 maggio 2020), nel caso in cui si intenda effettuare in uno specifico ambito collettivo (es. ambiente di lavoro) un percorso di screening dei soggetti appartenenti a tale collettività, il referto positivo a un test sierologico con metodica CLIA o ELISA o equivalenti deve essere comunicato alla ATS di residenza del soggetto testato e comporta l’avvio del percorso di sorveglianza di “caso sospetto” con la messa in QUARANTENA VOLONTARIA dello stesso, della sua famiglia, dei conviventi e di tutti i colleghi che sono potenzialmente entrati in contatto con lui, fino all’esecuzione del test diagnostico per la ricerca di RNA virale (TAMPONE).

      [...]


      I TEST SIEROLOGICI di per sé non discriminano i soggetti contagiosi dai non contagiosi (a tal fine è necessaria l’esecuzione del TAMPONE) e il riscontro di anticorpi circolanti specifici per SARS-Cov-2 (ammesso che il risultato sia attendibile) attesta un'avvenuta infezione in un tempo più o meno recente, ma non la protezione del paziente da un eventuale futuro nuovo contagio. DAL PUNTO DI VISTA STATISTICO i test sierologici sono utili agli epidemiologi per tracciare la distribuzione dei contagi nel corso dell’epidemia, ma richiedono comunque l'esecuzione del tampone nei soggetti positivi al fine di accertarne l'eventuale contagiosità (contagiosità che nei soggetti asintomatici non è sicura nemmeno in caso di tampone positivo perché questo accerta la presenza di RNA virale nel materiale esaminato, ma non la virulenza dell'agente patogeno che potrebbe essere presente in frammenti o comunque in uno stato non vitale). DAL PUNTO DI VISTA CLINICO sono importanti solo per confermare o escludere definitivamente la diagnosi di COVID-19 nei soggetti con sintomatologia suggestiva e tampone risultato negativo (falso negativo?). In tutti gli altri casi la loro utilità clinica è nulla. Quindi, se il "bene comune" consiste nel diagnosticare e curare tempestivamente i pazienti affetti da COVID-19, i test sierologici vanno riservati ai soggetti sintomatici. Se invece per "bene comune" si intende l'accertamento dei soggetti potenzialmente contagiosi, tanto vale fare direttamente i tamponi, ma a tutti gli asintomatici e gratuitamente (come ad esempio è stato fatto a Vò euganeo all'esordio dell'epidemia). Che senso ha fare adesso i test sierologici su un campione di popolazione, per poi mettere i soggetti risultati (sfortunatamente) positivi e tutti i loro contatti in quarantena illimitata in attesa di un futuro tampone che non si sa quando verrà fatto? E perché limitare la mobilità di chissà quante persone che probabilmente non sarebbero contagiose e che comunque rispettando le norme di sicurezza (mascherine, distanze, igiene) non potrebbero trasmettere il virus ad altri? Oppure si ritiene che tutte le norme di sicurezza siano inefficaci e allora perché sono state imposte? C'è qualcosa che non torna…
      Golf 7 1.6 TDI DSG 105cv +29cv/40Nm

      Commenta


      • Originariamente inviato da robybear Visualizza il messaggio
        ... C'è qualcosa che non torna …
        Mi piace molto quest'ultima frase, detta da un medico competente.

        Golf 7 - 1.4 TSI 140 Cv

        Commenta


        • susetto vedi si torna sempre al solito discorso.......... ci hanno e ci stanno prendendo in giro come se fossimo degli automi e no degli esseri pensanti e dotati di ragione!
          PaoloAlberto

          Commenta


          • Originariamente inviato da robybear Visualizza il messaggio
            Riporto le parole del mio amico e medico stimato Sandro De Martini:

            Da ieri (Martedì 26 maggio 2020) è iniziato il reclutamento telefonico ad opera della CRI (tel. 065510) dei soggetti da sottoporre a SCREENING SIEROLOGICO VERSO SARS-COV-2. Ricordo a me stesso e a chi non lo sapesse che secondo le norme attualmente vigenti in Lombardia (vedi delibera “Determinazioni in merito alle attività di sorveglianza in funzione dell’epidemia Covid-19” del 7 maggio 2020), nel caso in cui si intenda effettuare in uno specifico ambito collettivo (es. ambiente di lavoro) un percorso di screening dei soggetti appartenenti a tale collettività, il referto positivo a un test sierologico con metodica CLIA o ELISA o equivalenti deve essere comunicato alla ATS di residenza del soggetto testato e comporta l’avvio del percorso di sorveglianza di “caso sospetto” con la messa in QUARANTENA VOLONTARIA dello stesso, della sua famiglia, dei conviventi e di tutti i colleghi che sono potenzialmente entrati in contatto con lui, fino all’esecuzione del test diagnostico per la ricerca di RNA virale (TAMPONE).

            [...]


            I TEST SIEROLOGICI di per sé non discriminano i soggetti contagiosi dai non contagiosi (a tal fine è necessaria l’esecuzione del TAMPONE) e il riscontro di anticorpi circolanti specifici per SARS-Cov-2 (ammesso che il risultato sia attendibile) attesta un'avvenuta infezione in un tempo più o meno recente, ma non la protezione del paziente da un eventuale futuro nuovo contagio. DAL PUNTO DI VISTA STATISTICO i test sierologici sono utili agli epidemiologi per tracciare la distribuzione dei contagi nel corso dell’epidemia, ma richiedono comunque l'esecuzione del tampone nei soggetti positivi al fine di accertarne l'eventuale contagiosità (contagiosità che nei soggetti asintomatici non è sicura nemmeno in caso di tampone positivo perché questo accerta la presenza di RNA virale nel materiale esaminato, ma non la virulenza dell'agente patogeno che potrebbe essere presente in frammenti o comunque in uno stato non vitale). DAL PUNTO DI VISTA CLINICO sono importanti solo per confermare o escludere definitivamente la diagnosi di COVID-19 nei soggetti con sintomatologia suggestiva e tampone risultato negativo (falso negativo?). In tutti gli altri casi la loro utilità clinica è nulla. Quindi, se il "bene comune" consiste nel diagnosticare e curare tempestivamente i pazienti affetti da COVID-19, i test sierologici vanno riservati ai soggetti sintomatici. Se invece per "bene comune" si intende l'accertamento dei soggetti potenzialmente contagiosi, tanto vale fare direttamente i tamponi, ma a tutti gli asintomatici e gratuitamente (come ad esempio è stato fatto a Vò euganeo all'esordio dell'epidemia). Che senso ha fare adesso i test sierologici su un campione di popolazione, per poi mettere i soggetti risultati (sfortunatamente) positivi e tutti i loro contatti in quarantena illimitata in attesa di un futuro tampone che non si sa quando verrà fatto? E perché limitare la mobilità di chissà quante persone che probabilmente non sarebbero contagiose e che comunque rispettando le norme di sicurezza (mascherine, distanze, igiene) non potrebbero trasmettere il virus ad altri? Oppure si ritiene che tutte le norme di sicurezza siano inefficaci e allora perché sono state imposte? C'è qualcosa che non torna…
            Questo rispecchia in pieno la mia posizione sul test sierologico che avevo espresso tempo fà, mentre riguardo a questo

            Originariamente inviato da robybear Visualizza il messaggio
            Originariamente inviato da Mambro Visualizza il messaggio
            La cosa curiosa è che dall'arrivo del coronavirus "pare" non si muoia per altri motivi. Almeno così è stato riportato. l'unica causa di morte è diventata covid, niente più malati terminali, niente più malattie cardiache, niente di niente............
            Vorrei solo chiarire che al decesso di una persona, il medico che redige il certificato di morte su carta intestata ISTAT fornita dal ministero, indica la causa............La causa entra nella statistica nazionale con dei processi ormai di automaticità consolidata............Le statistiche che sono pubblicate sui media sono per forza del quinto potere tutte concentrate sui decessi covid............Ma gli esseri umani stanno ancora morendo per tumori, per infarti, per ictus, per traumi etc............Quindi un conto è ciò che propinano i media, coi loro numeri, un conto è la situazione reale della vita e della morte che vanno avanti sul loro binario di sempre. ......................Golf MK7 1.6 TDI DSG 105cv + 29cv/40Nm......................
            ci tengo a sottolineare che non sono mie parole o mie supposizioni ma sono le parole di un noto virologo che ha spiegato che in questo periodo di emergenza sono entrati nel calderone covid anche pazienti non covid e che le percentuali di morti per altre patologie sono quasi nulle...
            Se ritrovo l'intervista la posto

            Eccola
            https://youtu.be/mXozIBU50fU?t=143

            Commenta


            • Il virologo che citi non può conoscere i dati istat di questo ultimo periodo...
              Sul sito ISTAT è specificato proprio "Ultimi dati rilasciati A dicembre 2019 sono state prodotte le statistiche di mortalità relative ai decessi verificatisi nel 2017, disponibili al tema "Salute e sanità" di I.Stat, il datawarehouse delle statistiche prodotte dall'Istat.

              Il dato relativo al 2018 verrà rilasciato entro fine 2020. Sono in corso le fasi di raccolta, codifica e correzione dei dati relativi al 2019 e al 2020. Su I.Stat sono disponibili i dati a partire dal 2003, primo anno di utilizzo in Italia della ICD10. Il dato sui decessi e le cause di morte viene inoltre fornito a Eurostat e all’Oms."


              Io ti riporto quella che è la mia esperienza personale perché purtroppo ho assistito persone morire in questi ultimi tre mesi, e non tutti erano Covid. Ho contribuito anche alla sopravvivenza di altre persone che senza le cure "standard" di malattie ben note, avrebbero ingrassato i già saturi ambienti freddi dell'obitorio.

              Caro Mambro niente di personale se insisto, ma quando scrivo che i conti sui decessi e la loro classificazione sono propinati dai media, dicevo proprio questo: le parole di un medico che ha un peso istituzionale fatto di pubblicazioni e "case report" di esperienze vissute sulla propria pelle e quella dei pazienti ha un valore, ma pochi del settore sanno e riconoscono se quel medico ha prodotto delle evidenze scientifiche. I media e i giornali hanno bisogno di folklore e audience. E purtroppo non tutti i medici hanno la stessa autorevolezza, ma in tv si vendono bene, soprattutto se raccontano fatti manipolati con frasi ad effetto.
              La Direzione Sanitaria e Generale dell'ospedale in cui lavoro, ti porto l'esempio, ha diffidato una nostra nota microbiologa che avrete vista e sentita tutti almeno una volta in tv, per le idee diciamo "strampalate" che ha diffuso a mezzo stampa, solo per il gusto della notorietà... e dalla tv è poi sparita... (anche se impera ancora su Facebook...!).
              Golf 7 1.6 TDI DSG 105cv +29cv/40Nm

              Commenta


              • Merita lettura...

                https://www.msn.com/it-it/notizie/italia/coronavirus-mantovani-sui-test-sierologici-«ecco-perché-non-dicono-se-siamo-protetti-e-per-quanto»/ar-BB14H085?ocid=sf


                Golf MK7 1.6 TDI DSG 105cv + 29cv/40Nm
                Golf 7 1.6 TDI DSG 105cv +29cv/40Nm

                Commenta


                • Buongiorno ragazzi
                  io purtroppo mercoledì alle 8:00 farò il test....
                  ammetto che sono. Loro preoccupato...
                  io per il momento sto bene!!!

                  c’e’ anche da dire che questi test ora chi li fa nella maggior parte dei casi risulta negativo!!
                  non vorrei essere la pecora nera però...
                  PaoloAlberto

                  Commenta


                  • Originariamente inviato da robybear Visualizza il messaggio
                    Il virologo che citi non può conoscere i dati istat di questo ultimo periodo...
                    Sul sito ISTAT è specificato proprio "Ultimi dati rilasciati A dicembre 2019 sono state prodotte le statistiche di mortalità relative ai decessi verificatisi nel 2017, disponibili al tema "Salute e sanità" di I.Stat, il datawarehouse delle statistiche prodotte dall'Istat.

                    Il dato relativo al 2018 verrà rilasciato entro fine 2020. Sono in corso le fasi di raccolta, codifica e correzione dei dati relativi al 2019 e al 2020. Su I.Stat sono disponibili i dati a partire dal 2003, primo anno di utilizzo in Italia della ICD10. Il dato sui decessi e le cause di morte viene inoltre fornito a Eurostat e all’Oms."


                    Io ti riporto quella che è la mia esperienza personale perché purtroppo ho assistito persone morire in questi ultimi tre mesi, e non tutti erano Covid. Ho contribuito anche alla sopravvivenza di altre persone che senza le cure "standard" di malattie ben note, avrebbero ingrassato i già saturi ambienti freddi dell'obitorio.

                    Caro Mambro niente di personale se insisto, ma quando scrivo che i conti sui decessi e la loro classificazione sono propinati dai media, dicevo proprio questo: le parole di un medico che ha un peso istituzionale fatto di pubblicazioni e "case report" di esperienze vissute sulla propria pelle e quella dei pazienti ha un valore, ma pochi del settore sanno e riconoscono se quel medico ha prodotto delle evidenze scientifiche. I media e i giornali hanno bisogno di folklore e audience. E purtroppo non tutti i medici hanno la stessa autorevolezza, ma in tv si vendono bene, soprattutto se raccontano fatti manipolati con frasi ad effetto.
                    La Direzione Sanitaria e Generale dell'ospedale in cui lavoro, ti porto l'esempio, ha diffidato una nostra nota microbiologa che avrete vista e sentita tutti almeno una volta in tv, per le idee diciamo "strampalate" che ha diffuso a mezzo stampa, solo per il gusto della notorietà... e dalla tv è poi sparita... (anche se impera ancora su Facebook...!).
                    Niente di personale, ci mancherebbe, volevo solo citarti la fonte per rendere noto che non era farina del mio sacco ma la parola di stimati dottori.... tutto qui. Questo serve a far capire alla gente anche quanto peso dare alle TV.

                    Intanto mi sembra di capire che in Lombardia cè un nuovo boom di contagi, giusto?
                    Così ci siamo tolti anche il dubbio di eventuali farse e giochetti... Prepariamoci ad un'altro lockdown!! !

                    Commenta


                    • Mambro
                      Ciaooo
                      me lo sono perso boom di contagi???
                      PaoloAlberto

                      Commenta


                      • 382 contagi in Lombardia su 593 in tutta Italia

                        Commenta


                        • Ci sarà prima o poi qualcuno in grado di spiegarci in modo veritiero e convincente perchè la maggior parte dei contagi debba verificarsi sempre in Lombardia...?

                          Per quanto riguarda poi i test sierologici, concordo pienamente con ciò che ha scritto robybear citando le parole del suo amico medico.
                          E infatti, se dovessi essere contattato per fare questi test declinerei cortesemente l'invito.
                          Io ragionevolmente credo di non essermi ammalato di covid-19, ma se sciaguratamente fossi stato uno dei tanti asintomatici, magari due mesi fa, adesso facendo il test risulterebbero ovviamente gli anticorpi. Ciò vuol dire che subito dopo io ed i miei familiari ci ritroveremmo tutti in isolamento per chissà quanto tempo in attesa di un tampone e poi non è detto che le cose finiscano lì.
                          E nel frattempo chi si occuperà di noi..? Banalmente chi andrà a fare la spesa..? Chi provvederà a tutte le altre necessità che comportano il fatto di uscire di casa...?
                          Nessuno immagino.
                          Pertanto dico: no, grazie.

                          Commenta


                          • Mambro
                            grazie me li ero persi
                            sei stato gentilissimo
                            PaoloAlberto

                            Commenta


                            • Originariamente inviato da mirko017 Visualizza il messaggio
                              Per quanto riguarda poi i test sierologici, concordo pienamente con ciò che ha scritto robybear citando le parole del suo amico medico.
                              E infatti, se dovessi essere contattato per fare questi test declinerei cortesemente l'invito.
                              Io ragionevolmente credo di non essermi ammalato di covid-19, ma se sciaguratamente fossi stato uno dei tanti asintomatici, magari due mesi fa, adesso facendo il test risulterebbero ovviamente gli anticorpi. Ciò vuol dire che subito dopo io ed i miei familiari ci ritroveremmo tutti in isolamento per chissà quanto tempo in attesa di un tampone e poi non è detto che le cose finiscano lì.
                              E nel frattempo chi si occuperà di noi..? Banalmente chi andrà a fare la spesa..? Chi provvederà a tutte le altre necessità che comportano il fatto di uscire di casa...?
                              Nessuno immagino.
                              Pertanto dico: no, grazie.
                              Mi pare che a queste condizioni è del tutto sconveniente dare il consenso per essere processati col test sierologico!

                              Test sierologico per il quale non viene evidenziata la differenza tra il test per la ricerca di immunoglobuline di tipo G da quello per la ricerca di immunoglobuline di tipo M. Se è positivo quest'ultimo (di tipo M) significa che nel sangue c'è la presenza di "anticorpi recenti", mentre se è positivo l'altro tipo di test (di tipo G) significa che nel sangue c'è la presenza di "anticorpi datati" o non recenti.

                              Ora, premesso che la quarantena sarebbe giustificabile e giustificata a tutti gli effetti da un rilevamento positivo di tipo molecolare (tampone), non altrettanto può dirsi in caso di test sierologico IMG positivo (già detto di tipo G). Altrimenti significherebbe mettere in quarantena per poi sottoporre a tampone chi ha avuto il coronavirus e magari è pure guarito da tempo ... insomma, questi verrebbe fregato due volte

                              Commenta


                              • tony
                                quello che scrivi tu che è sacrosanto
                                pensa a un’azienda Con 5 dipendenti per esempio... fanno il test 3 negativi 2 positivi
                                come vanno avanti???? Se si dimezza la forza lavoro.... magari proprio ora che ci si sta riprendendo???
                                non capisco!!!!
                                Ultima modifica di PaoloAlberto; 28/05/2020, 23:03.
                                PaoloAlberto

                                Commenta

                                Sto operando...
                                X