Vuoi ordinare una Golf TGI ? Attaccati al TRAM !


Nel bene o nel male Volkswagen riesce sempre a far parlare di sé.
Ad esempio l’argomento che in questi ultimi giorni tiene vivo l’interesse degli appassionati è la versione TGI della Golf.
La versione TGI, ossia a metano, è in produzione da un pò di tempo e oramai questo motore, il 1.4, è molto diffuso in tutte le auto del gruppo Volkswagen: insomma verrebbe da pensare che ordini, consegne e tempi di consegna siano oramai consolidate.
Ed invece cosi non è, pensa un pò !
Infatti da qualche settimana nel sito italiano della Volkswagen è stato rimosso l’allestimento TGI dalla Golf e non è possibile ordinarlo in alcun modo.
In sostanza esce il facelift e giustamente tolgono dai listini la versione sicuramente di maggior successo della versione ante-facelift: harakiri.
Ma non solo, i tempi di consegna degli ordini in corso pare che si stiano allungando.

E’ normale che in questi casi l’ansia degli acquirenti inizi a farsi sentire e se tutto funzionasse come dovrebbe basterebbe fare una telefonata, porre una domanda e ricevere una risposta.
AUGURI ! Di buona Pasqua, visto che manca poco !

Basta poco infatti per scoprire come non solo Volkswagen (Servizio Clienti) non sappia dare informazioni utili ma gli stessi Concessionari, poveracci (nel senso buono della parola), brancolano nel buio più totale.
Il risultato finale è scontato: acquirenti incazzati e pure di molto !

Non bastava il #dieselgate e tutto quello che è accaduto. No, ci voleva pure il caso TGI.
Solo una cosa doveva fare Volkswagen per evitare di perdere altri clienti: doveva fin da subito dire, chiaramente, cosa stesse succedendo.
Perché il silenzio è la peggiore soluzione. Perché apre le porte alle dietrologie, ai GomBlotti e alle chiacchere da bar.
E cosi basta leggersi la discussione dedicata nel forum, una delle più attive nelle ultime settimane, per capire come a regnare sovrana, come spesso in questi casi, sia la confusione più totale.

Ad oggi, comunque, il principale indiziato responsabile del blocco degli ordini del TGI paiono essere le bombole. Non è dato di sapere se è problema di fornitura (il più gettonato) o di omologazione ma molto probabilmente tutto ruota intorno alle bombole.
I più maligni sostengono perfino che VW abbia prodotto un pò troppi 1.6 TDi che a causa prima del suo insuccesso e poi del successo del TGI non riescono a smaltire e, guarda caso, le concessionarie offrono proprio sul 1.6 TDi un forte sconto in caso di rinuncia all’ordine del TGI. Ma qui siamo ai confini della realtà, pare ovvio.
Anche se l’ovvio è quel che non si vede mai, finché qualcuno non lo esprime con la massima semplicità (Kahlil Gibran).

Ma alla fine, in soldoni, se volete una Golf TGI o variate l’ordine delle lettere e prendete un GTI o più semplicemente vi attaccate al TRAM.