La “sette” si rinnova pur rimanendo fedele a se stessa.


Che la si chiami model year 2017, facelift, upgrade oppure restyling quello che balza subito all’occhio osservando le fotografie diffuse in rete è che la Golf … è sempre la Golf e rimane quindi fedele a se stessa.
Nessun stravolgimento delle linee, nessun azzardo. Solo piccoli ritocchi laddove servivano.
Una ventata di aria fresca, anziché un modello totalmente nuovo, a poco più di quattro anni dal lancio. E’ la stessa sorte che è toccata ad esempio alla MK5 che prima di venir pensionata fu oggetto di piccoli ritocchi estetici nonché arricchita di nuovi motori.

La Golf 7 infatti per questo 2017 ha ricevuto una serie di ritocchi tra cui:
– nuovi gruppi ottici anteriori (e paraurti);
– nuovi gruppi ottici posteriori (e paraurti compresa zona scarichi);
– nuova strumentazione digitale e dispositivi multimediali di grandi dimensioni;
– nuovo motore 1.5 TSI EVO.

Alcune di queste novità hanno messo d’accordo tutti gli appassionati golfisti, altre invece hanno fatto molto discutere.
Ad esempio il nuovo frontale con i nuovi gruppi ottici sono piaciuti veramente a tutti mentre, ad esempio, i “finti scarichi” al posteriore non sono stati digeriti da tutti.
Allo stesso modo la nuova strumentazione digitale se ha fatto la felicità di alcuni per altri invece si è trattato di un adattamento posticcio con un risultato estetico alquanto discutibile.
Al momento che questo articolo viene redatto però nessuno di noi ha avuto ancora la fortuna di vedere e toccare con mano la “nuova” Golf e per questo molti delle opinioni già espresse nel forum potrebbero esser riviste una volta preso contatto “fisico” con la macchina in concessionaria.
Ed è questione di giorni oramai: la presentazione ufficiale infatti è prevista per il mese di Marzo e proprio in questi giorni continuano a fioccare le promozioni sul modello esistente evidentemente perché ci sono ancora diverse auto in rete e devono essere smaltite prima di far spazio alla “nuova” nata.

Il listino prezzo è stato divulgato “ufficiosamente” nel senso che ancora dal sito ufficiale italiano non è possibile scaricarlo ma quello che sappiamo è che grosso modo i prezzi hanno subito un leggero ritocco al rialzo ma la dotazione di serie è stata adeguata e in sostanza si spende di più per avere di più.

In passato riguardo le nuove motorizzazioni si era discusso delle nuove unità 1.5 TDI e 1.5 TSI.
La prima, il 1.5 TDI, sembra essere scomparsa dai progetti Volkswagen mentre la seconda, il TSI EVO, debutterà con questo aggiornamento. Si tratta di una nuova unità che ospita, novità assoluta per un motore benzina, una turbina a geometria variabile oggi vanto solo per motorizzazione diesel.
Il 1.6 TDI riceve invece una piccola dose di potenza aggiuntiva che sale cosi a 115 cv adeguandosi a quello che la concorrenza offre in questa fascia. Ricordiamo che tale motorizzazione è di gran lunga la più venduta nella Golf almeno in Italia.
Tutte le altre motorizzazioni rimangono invariate e si segnala solo la sparizione del 1.2 TSI: chi vuole un benzina potrà quindi optare per la 1.0 TSI (85-110 cv), la 1.4 TSI (125 cv) e la 1.5 TSI (150 cv) oltre alle consuete GTI e R che al momento non sono a listino ma che arriveranno presto.

Vedremo comunque al lancio “ufficiale” in Italia cosa sarà disponibile e cosa non.

Nel frattempo vi lascio alcuni link utili:
– thread info tecniche > LINK;
– thread in attesa della presentazione > LINK;
– discussione dedicata alla nuova strumentazione > LINK;
– discussione dedicata ai nuovi 1.5 TSI > LINK.